Berlino: arrivo con sorpresa

Giovedì 14 giugno 2012.

Dopo una settimana di tentennamenti, vado-nonvado-vado-nonvado, rinfrancato dalle previsioni meteo che davano pieno sole e temperature sui 30°, alla fine sono partito. Sono stanco: ho avuto gli operai in casa per quattro mesi per la ristrutturazione, queste ultime settimane tra denuncia dei redditi, IMU, visite in ospedale praticamente quotidiane mi hanno sfinito e la caviglia non vuole saperne di rimettersi in sesto. Probabilmente avrei fatto meglio a starmene spaparanzato su una spiaggia ma…
Tutto è andato perfettamente: volo easyJet piacevole e puntuale, treno della S-bahn preso al volo senza aspettare neanche un minuto, solo una leggera pioggerellina all’arrivo. In pratica sono partito alle 12:30 da Venezia e alle 15:30 ero già di fronte all’hotel a due passi dal Tiergarten dove contavo di passare i prossimi due giorni. Però…

SONO UN EMERITO IDIOTA!

Avevo cancellato la prenotazione della camera e non me lo ricordavo più! E l’hotel è sold out! A gennaio, per precauzione, avevo prenotato due camere con due carte di credito diverse in quanto una era in scadenza e non ero sicuro che me l’avrebbero rinnovata con lo stesso numero. A febbraio, dopo il rinnovo, ho provveduto a cancellare una prenotazione… e ieri ho cancellato l’altra! A mia parziale discolpa c’è da dire che, quando stamattina ho fatto la verifica della prenotazione, il sito dell’hotel me la dava confermata e ancora cancellabile. Sembra che Berlino non abbia una camera libera in questi giorni. Alla fine, almeno per stanotte, ho trovato una stanza doppia in un hotel un po’ in periferia che costa il doppio e vale un quarto rispetto all’altro. Domani dovrebbe liberarsi una camera nell’albergo che avevo scelto dall’inizio. Speriamo. Adesso esco e vedo di rimediarmi un currywurst con patate. ‘notte!

Next - Berlino
Berlino: East Side Gallery, Alexanderplatz, Tiergarten, Reichstag

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.